Nuovo gioco per le strade di Spinazzola

Spinazzola (BT). Qualche tempo addietro, mi è parso di vedere per le strade di Spinazzola uno “strano” cartello riportante alcune scritte, in un primo momento ho pensato al solito avviso di sospensione temporanea dell’energia elettrica, ma guardandolo bene mi sono reso conto che stavo sbagliando; preso dalla curiosità mi sono avvicinato ancora di più per leggerlo, ed é stato uno schianto…ridevo da solo per quanto buffo davvero fosse quel cartello, divertentissimo ma dannatamente vero rispetto alla situazione che di li a poco scorgevo (lo capirete dalle foto); ho immortalato la scena poiché queste “situazioni di MxxxA” non sono nuove nella nostra città…anzi in tal senso “abbondano”; si perchè siamo un paese di cinofili e amanti degli animali (soprattutto della razza canina) ove qui la specie da il meglio di se; qui non è difficile imbattersi in qualche trabocchetto o insidia se sarete distratti.

Pare che qui a Spinazzola non convenga mai camminare senza guardare per terra, altrimenti si incorre nel famoso “giorno fortunato”. (vedi foto sotto)

(Via Oberdan incrocio Via Cavour – una delle zone più colpite dal fenomeno)

Ora voi direte, vabbè é normale che all’ animale amico dell’uomo quando portato a guinzaglio gli possa scappare il bisogno fisiologico, meno normale invece che quest’ultimo lo lasci lì dov’è senza raccoglierlo. Partendo da questo principio a qualcuno gli è venuta in mente quella che secondo me è la più grande genialità che io abbia mai visto negli ultimi tempi, sfruttare questi “lasciti” per dare vita ad un nuovo gioco per bambini e per i tipi più distratti, una sorta di “Gioco della Campana” (quello in cui il tavolo da gioco era costituito dall’asfalto con 9 caselle disegnate col gesso).

Che la situazione igienica di Spinazzola sia carente, questo è palese agli occhi di tutti, ma che un cittadino arrivi a fare ciò, vuol dire che la sua pazienza è al limite del sopportabile; semplicemente perchè avrà denunciato senza aver ottenuto risultato, almeno da chi é preposto a vigilare sull’igiene ambientale o sulla buona condotta civica di chi possiede un animale. A detta di alcuni  residenti di queste vie, pare che molte sono state le segnalazioni pervenute al comando dei Vigili urbani, ma che impotenti, non avrebbero potuto intervenire se non con prove  certe, ovvero prove fotografiche (manco se dovessimo incastrare il più pericoloso dei latitanti); azione questa che sarà quasi sempre impossibile effettuare, se non avvisando il padrone del cane a prestarsi ad uno scatto.

A rigor di logica, non si farebbe prima emanare un’ordinanza comunale dove vi è l’obbligo (per chi porta il suo “fido” a spasso per le vie della città) nel dotarsi di sacchetto per la raccolta degli escrementi e dell’acqua per gli eventuali sciacqui?

Basterebbe effettuare controlli diurni sul territorio durante le passeggiate di monitoraggio effettuate dalla Polizia Municipale, e sanzionare con un’ ammenda l’eventuale trasgressore dell’ordinanza. Anche se dovrebbe essere già obbligatorio portare con sé alcune “misure” sia per la sicurezza che per l’igiene (come la museruola ad esempio).

BUON SALTO A TUTTI!