Conclude l’Anno Innocenziano a Spinazzola

PonteficeXII_quadro

SPINAZZOLA (BT) Domenica 13 marzo 2016 si svolgeranno le celebrazioni conclusive del IV centenario dalla nascita di Antonio Pignatelli (Spinazzola 13 marzo 1615-2015) salito al soglio pontificio con il nome di Innocenzo XII.  Il Santo Padre, Papa Francesco, ha designato quale suo inviato speciale a Spinazzola S.Em.za Rev.ma Cardinale Francesco Monterisi, Arciprete emerito in Roma della Basilica di S.Paolo fuori le Mura. Ad accoglierlo con l’intera città, Antonio Amendola presidente Comitato Innocenziano, S.E. Mons. Giovanni Ricciuti – Arcivescovo e Vescovo della diocesi di Altamura-Gravina-Acquaviva delle Fonti. Il programma prevede alle ore 17:30 la benedizione di una lapide commemorativa dell’Anno Innocenziano che sarà scoperta in piazza Cesare Battisti, dove sarà eseguito dal Complesso Bandistico Città di Spinazzola l’Inno a Papa Innocenzo XII, musica composta dal Maestro Walter Farina, testi di Giuseppe D’Angola. Alle 18,30 solenne celebrazione presieduta da S.Em.za Rev.ma Cardinale Francesco Monterisi presso la Chiesa Madre – piazza Pignatelli ubicata nel borgo antico. Alle ore 20, inaugurazione “Centro del Gusto Gal Murgia Più” con il Gran Galà del Cioccolatino del Papa.

Francesco-Cardinal-Monterisi--199x300

Il Cardinale Monterisi è nato a Barletta (28 maggio 1934) arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie è componente delle Congregazioni: per le Chiese Orientali; delle Cause dei Santi; per i Vescovi; della Pontificia Commissione per l’America Latina (Consigliere).

La ricorrenza del IV Centenario dalla nascita di Antonio Pignatelli-Papa Innocenzo XII ha segnato fortemente la città attraverso molteplici iniziative di carattere locale, regionale e nazionale. Tanto per momenti di alta partecipazione religiosa, attraverso l’indispensabile supporto dell’arcivescovo Giovanni Ricchiuti, del clero locale e di tutta la diocesi, nonché per iniziative storico-culturali finalizzate alla valorizzazione della città e del suo territorio mediante la riscoperta della personalità di papa Innocenzo XII. Il Consiglio comunale, il 30 aprile 2015 ha legato, per sempre, il nome della città a quello del suo figlio più illustre, Antonio Pignatelli, stabilendo che, in tutti gli atti amministrativi e nella corrispondenza comunale, sotto lo stemma e la scritta “Comune di Spinazzola” segua la dicitura “Città di Innocenzo XII”.
Un puntuale resoconto dei tre anni di attività dal mandato ricevuto dal Consiglio comunale per lo svolgimento delle iniziative legate al IV anniversario dalla nascita di Antonio Pignatelli verrà diffuso in altra data dal Comitato Innocenziano presieduto da Antonio Amendola. Un bilancio che si presenta estremamente positivo che ha visto la chiesa San Pietro Apostolo che accolse il piccolo Antonio Pignatelli per il suo battesimo (16 marzo 1615) essere designata per tutto l’Anno Innocenziano quale sede di Indulgenza Plenaria per grazia del Santo Padre Francesco.  Tra gli eventi salienti il “Patto di Amicizia” in nome di Papa Innocenzo XII con la città di Anzio. L’emissione di un francobollo commemorativo da parte del Governatorato della Città del Vaticano, per ricordare il Papa dei Poveri, Antonio Pignatelli, che, oltre ad abolire il nepotismo e ostacolare la simonia fu principalmente caritatevole verso chi era in sofferenza operando per elevare la dignità dei diseredati.
Convegni, mostre tematiche dedicate ad Innocenzo XII, ricerche storiche, una pubblicazione sulla città hanno visto il particolare coinvolgimento delle scuole di ogni ordine e grado di Spinazzola e della provincia Barletta-Andria-Trani. Momento di gioiosa simbiosi la partecipazione a due udienza con Papa Francesco. In occasione delle celebrazioni per la chiusura dell’Anno Innocenziano, nei locali ristrutturati dell’ex scuola Ciani (Corso Umberto I, 259), sarà aperto al pubblico il centro di informazione e di accoglienza turistica denominato “Centro del Gusto” del GAL Murgia Più. Si tratta dell’unico contenitore culturale del suo genere attivato sul territorio e nasce per far conoscere e valorizzare le tante eccellenze – non solo eni-gastronomiche – dei comuni del GAL (Canosa di Puglia, Gravina in Puglia, Minervino Murge, Poggiorsini, Ruvo di Puglia e Spinazzola), del territorio murgiamo e dell’intero comprensorio della Puglia e Basilicata.

Papa-Innocenzo-XII-1-696x926